Negli anni '30 del secolo scorso, i siberiani furono scoperti nella zona centro-meridionale della Russia, vivendo per le strade di Novosibirsk e delle vicine città.
Poco dopo, questa razza fu trasportata a Leningrado (ora San Pietroburgo) e annunciata come una "nuova razza" chiamata Neva Masquerade. Questo nome deriva dal vicino fiume Neva e dalle feste in maschera così diffuse tra i ricchi che vivono vicino al fiume.
La lunga strada verso il riconoscimento mondiale della razza siberiana iniziò nel 1987, quando apparvero in Russia i primi club di allevatori di gatti e fu avviata la riproduzione controllata.
Lo standard siberiano è stato rivisto e perfezionato dal club di gatti "Fauna" di Mosca, attraverso i minuziosi e noiosi sforzi di riproduzione di O.A. Sizova e T.P. Bobina, dal "Kotofei" Cat Fanciers 'Club di San Pietroburgo (precedentemente Leningrado), e con la collaborazione di numerosi affiliati e spin-off di questi club originali.
Lo standard ufficiale è stato dato l'approvazione finale il 4 dicembre 1994 durante una sessione WCF ha partecipato a delegati provenienti dalla Russia e dal Commonwealth of Independent States (SNG), ai quali sono stati invitati anche felinologi di altre associazioni internazionali di gatti.